Come Migliorare la Difesa nel Blocco sulla Palla?

dicembre 27 2016, 0 Commenti

Come Migliorare la Difesa nel Blocco sulla Palla?

Collaborazioni Difensive:

Difesa Blocchi sulla Palla e Difesa sul Doppio Pick and Roll Alto

Orgoglio difensivo  è…sacrificio,  impegno,cuore, resilienza e determinazione

 

Il Blocco sulla Palla (chiamato Pick and Roll) è uno dei giochi più tradizionali  del Basket, oggi  viene usato  molto più che in passato, è diventato estremamente popolare come metodo per ottenere la penetrazione in palleggio ed effettuare alla fine dell’azione  il penetra e scarica, passando la palla a un giocatore interno vicino a canestro oppure all’ esterno per un tiro da tre punti.

Per molte Squadre che giocano  a livello professionale, il blocco sulla palla è diventato parte integrante del gioco offensivo e viene utilizzato perfino dalle squadre di College Americano.

Il termine Blocco sulla Palla (Pick and Roll),  è generico ed indica una moltitudine di azioni.

Nella versione base, un giocatore porta il blocco e poi “rolla”( cioè ruota e spinta) verso il  canestro per ricevere un passaggio e ancora  ricevere un passaggio e tirare dall’interno. Se il bloccante è un bravo tiratore,  al posto di tagliare a canestro può usare la variante Pick and pop, cioè uscire fuori per un tiro da tre.

Le Azioni di Blocco sulla Palla (Pick and Roll) possono fare parte di : ” attacco manovrato o di una Early Offense la “parte iniziale del contropiede”.

Si possono effettuare diversi tipi di Blocco sulla Palla (pick and roll )in diversi punti del campo: sopra la lunetta, in corsia laterale, nel gomito dell’area e in angolo.

Blocco sulla Palla (Pick/Roll) alto

Blocco sulla Palla e Apro (Pick and Pop alto)

Blocco sulla Palla (Pick and Roll) laterale

Blocco sulla Palla e Apro (Pick and Pop laterale)

Blocco sulla Palla (Pick and Roll) al gomito

Blocco sulla Palla (Pick and Roll) al gomito verso l’alto e verso il basso

Le azioni di Blocco sulla Palla (Pick and roll) possono anche fare parte di una Early offense, ovvero di un attacco anticipato al termine di un contropiede, prima che la difesa abbia il tempo di organizzarsi.

Varie tecniche di Early offense usano il Blocco sulla Palla (Pick and Roll) in punti diversi del Campo: sopra la lunetta, in corsia laterale, in angolo e vicino al gomito dell’area. Le seguenti azioni sono alcune delle più comuni in Early offense.

Blocco sulla Palla (Pick and Roll) in Transizione

Blocco sulla Palla (Pick and Roll) in Transizione con palleggio

Doppio Blocco sulla Palla (Pick and Roll) in transizione

Blocco sulla Palla (Pick and Roll) in Transizione sull’Ala

Blocco sulla Palla (Pick and Roll) con blocco sull’ala e in angolo

Blocco sulla Palla (Pick and Roll) con Taglio Backdoor in angolo

La Difesa

Si vince grazie alla Difesa

Più che abilità la difesa richiede forza di volontà e intelligenza.

I migliori difensori giocano col cuore e danno il massimo in ogni secondo passato in campo, la difesa è prima di tutto volontà, che però è limitata dal livello di condizionamento fisico.

Fattore determinante della difesa è l’intelligenza cestistica, stabilire buone capacità decisionali, evitare falli.  Aiutare i compagni a scegliere con astuzia la mossa migliore per attirare falli di sfondamento e rubare la palla.

L’ Intelligenza cestistica  renderà ogni singolo giocatore “migliore” e porterà la squadra alla vittoria con entusiasmo , spirito di squadra e la volontà.

Conoscere gli avversari coinvolti nel  Blocco sulla Palla (Pick and Roll)

Non esiste un solo  tipo di Blocco sulla Palla (Pick and Roll), molto dipende dalle capacità dei due principali protagonisti nello scegliere il modo migliore per difendersi da questa azione.

Il Palleggiatore nel Blocco sulla Palla (Pick and Roll)

Se l’atleta è un tiratore con un buon raggio d’Azione, di solito bisogna attaccarlo in modo aggressivo per rompere il suo ritmo, spesso è necessario un raddoppio.

Se il giocatore è super veloce nella penetrazione,  e può essere in grado di battere una difesa troppo aggressiva, l’obiettivo sarà quello di contenerlo e fargli scegliere soluzioni dal perimetro.

Riuscire a marcare i penetratori esperti è la capacità  di ostacolare l’avversario, impedire di girare l’angolo di blocco ed entrare dentro la difesa.

Il Bloccante nel Blocco sulla Palla (Pick and Roll)

Quando il bloccante  rolla verso il canestro rappresentando  una grave minaccia all’interno dell’ Azione, il marcatore  deve velocemente tornare su di lui dopo aver portato l’Aiuto.

Se il bloccante è abile nei tiri da fuori e salta indietro per ricevere il pallone e tirare dopo il blocco, il difensore che lo marca deve rimanere vicino a lui.

Prima di analizzare e valutare le Collaborazioni e le Tecniche difensive è necessario parlare di fattori che influenzano la difesa e la caratterizzano sotto l’aspetto Emotivo, Mentale e Fisico.

“Emozione” uno stato dell’essere, un sentimento.

Per giocare bene in difesa la cosa più importante è essere Autoefficaci,  impedendo cosi all’avversario di ottenere ciò che  vuole.

La Difesa soprattutto nelle collaborazioni difensive nel  Blocco sulla Palla (Pick and Roll) prevede una forte capacità comunicativa e relazionale, una affinità tecnica e  fiducia nelle collaborazioni.

Mentale

Non può esserci miglioramento tecnico se di pari passo non vi è miglioramento mentale, inteso come capacità di attenzione e concentrazione e sviluppo della motivazione

L’attenzione può essere spontanea (involontaria) o conativa (volontaria), questo secondo tipo di attenzione nello Sport viene chiamata Concentrazione.

Non esiste Attenzione senza Concentrazione e viceversa.

Allenare la Concentrazione corrisponde a controllare i processi motori di pensiero per incrementare:

gli stimoli su cui focalizzare l’attenzione
dirigere l’attenzione al momento opportuno
mantenere l’attenzione su stimoli rilevanti

la concentrazione si suddivide ancora in:

Spaziale - alzare un braccio per segnalare la disponibilità

Selettiva - ignorare i fischi, il pubblico, interferenze nel tirare un tiro libero

Distribuita - proteggere e difendere il pallone osservando i movimenti dei compagni

Mantenuta - uscire da un blocco per effettuare un tiro

 

 

La motivazione è l’espressione dei motivi che inducono l’individuo a compiere una determinata azione. Dal punto di vista psicologico può essere definita come l’insieme dei fattori dinamici aventi una data origine che spingono il comportamento di un individuo verso una data meta.

La Motivazione dipende fondamentalmente da due elementi della personalità dell’individuo ovvero i valori personali (ciò che l’individuo vuole fare) e le competenze (ciò che l’individuo è in grado di fare).

La motivazione interna è data dalla soddisfazione di bisogni fisiologici (mangiare,bere)

La motivazione esterna è data come una ricompensa, mi comporto così per evitare punizioni o ricevere ricompense. Questa è efficace nel breve periodo ma addirittura dannosa nel lungo-medio periodo.

La motivazione intrinseca è stata elaborata da Decy e Ryan nel 1976 e fu chiamata la Self-Determination Theory che esprime il concetto che l’uomo ha la naturale inclinazione nel provare interesse, quindi ogni uomo per natura è motivato ad agire e ad automigliorarsi

 

La Motivazione sportiva si realizza nel momento in cui individuiamo un elemento fondamentale : lo Scopo dell’azione (l’obiettivo, il fine).

Per alimentare la motivazione sportiva esistono due meccanismi: interno (motivazione intrinseca) esterno (motivazione estrinseca).

Per motivazione intrinseca si intende una spinta soggettiva proveniente dall’interno, che induce il soggetto ad impegnarsi in una attività poiché la trova migliorativa e gratificante.

Per motivazione estrinseca, si intende una spinta motivazionale legata a fattori esterni  per ricevere lodi e complimenti o per evitare brutte figure.

La motivazione intrinseca stimola l’autonomia e l’autorealizzazione.

 

Parlare oscuramente lo sa fare ognuno…parlare chiaro pochissimi Galileo Galilei

Per difendere su un Blocco sulla Palla (Pick and Roll) sono stati utilizzati più metodi difensivi, indipendentemente dalla Tecnica che si vuole utilizzare sono necessari tutti e cinque i difensori.

I più importanti sono due: il difensore che marca il portatore di palla ed il difensore che marca il bloccante. Gli altri difensori, di solito collocati nel lato debole, devono assumere posizioni di aiuto ed essere in grado di aiutare i compagni, se necessario. Tuttavia un difensore dal lato debole non può allontanarsi troppo da un tiratore posizionato dietro la linea del tiro da tre punti.

La tecnica giusta per contrastare un  Blocco sulla Palla (Pick and Roll) dipende soprattutto dalle abilità degli avversari e dal modo in cui vogliono usare questo tipo di collaborazione offensiva.

 

Aiuto e recupero

Segnalate il blocco sulla Palla  ai compagni e passate sopra il bloccante per poi irrompere sul percorso del portatore di palla. Questa irruzione violenta impedirà al portatore di palla di muoversi verso il centro, rallentando i suoi spostamenti o costringendolo a virare verso l’esterno.

Gli errori più comuni sono:

quando fornite aiuto forte al compagno che sta cercando di passare sopra il blocco, vi fate battere dal bloccante, che abbandona il blocco anticipatamente e taglia a canestro.

Il vostro compagno cerca di passare sopra il blocco, ma viene battuto dal portatore di palla, che esegue una penetrazione dal blocco.

Le Correzioni:

quando tagliate la strada al portatore di palla, tenete una mano a contatto con il bloccante cosi da potergli rimanere vicino nel caso in cui abbandoni il blocco anticipatamente.

Portare aiuto forte tagliando la strada al palleggiatore per rallentarlo o costringerlo a virare verso l’esterno, questo concederà del tempo al vostro compagno per rimanere alle calcagna del palleggiatore.

n1n2

 

 

 

Aiuto Soft (Passare in Mezzo) e Recupero

Se l’Avversario porta un  Blocco sulla Palla (Pick and Roll) contro un difensore che sta marcando un bravo penetratore all’interno del suo raggio di tiro, conviene utilizzare la tattica dell’aiuto soft e del recupero per aiutare il compagno a continuare a marcare il penetratore.

Tuttavia questa tecnica fornisce meno aiuto contro il portatore di palla, che può cercare il tiro in sospensione dal palleggio

 

Dopo aver portato l’aiuto soft, recuperate la posizione difensiva sul bloccante, a meno che un vostro compagno non vada a marcare il vostro compagno al vostro posto.

L’Attaccante lungo  sulla difesa che passa in mezzo tra il bloccante e il suo difensore (in terza) potrebbe cambiare l’angolo di blocco e bloccare nuovamente  X1in questo cambio è necessario un cambio difensivo.

n3n4

 

 

 

 

Raddoppio

Il Raddoppio nel Blocco sulla Palla (Pick and Roll) sul portatore di palla è la  tattica più aggressiva e implica un rischio maggiore.

Oltre ai due difensori principali (il marcatore del portatore di palla e il marcatore del bloccante), anche gli altri tre difensori devono essere pronti ad aiutare ed a cambiare posizione.

Ci sono due modi di portare un raddoppio, quello più rischioso, consiste nel raddoppiare la marcatura sul palleggiatore prima che venga portato il blocco chiamato Raddoppio anticipato,  mentre quello più utilizzato, consiste nel raddoppiare la marcatura quando il portatore di palla sta uscendo dal blocco chiamato Raddoppio Ritardato.

Con entrambi i Metodi esiste il rischio che il portatore di palla riesca ad eseguire un rapido passaggio verso il bloccante, il quale può eseguire una “rollata” a canestro o un pop out per un tiro esterno. Ecco perché è necessario che il compagno di squadra, di solito uno vicino a canestro, vada a marcare il bloccante.

 

La collaborazione difensiva de gli altri 3 difensori è importante

 

X3 nega il passaggio sul lato forte del campo

 

X4 effettua un cambio difensivo giocando in anticipo su 5

 

X2 deve difendere due giocatori e “lascia”  libera la linea di passaggio al

 

giocatore più lontano (2) perchè lo Skip Pass sarà lento in quanto 1 è

 

raddoppiato da X5 che è un giocatore alto.

n5

n6

Spinta del Bloccante verso un Lato o verso il Basso (Fondo)

Se il  vostro avversario porta un Blocco sulla Palla contro il marcatore di un giocatore sull’ala o in angolo possiamo usare la tattica della spinta verso il basso o Fondo.

Al segnale convenzionale il marcatore della palla deve posizionarsi sul lato della palla e costringerlo a palleggiare in giù verso la linea laterale o linea di fondo.

Se il bloccante è un bravo tiratore ed esce per un tiro in sospensione, un  compagno deve arrivare dal lato debole per marcare il bloccante , deve ruotare verso il lato debole e cercare l’attaccante libero.

Se il bloccante rolla a canestro, il difensore interno del lato debole deve impedire al bloccante di eseguire un taglio frontale a canestro, e l’ altro difensore del lato debole deve ruotare in modo da ottenere una buona posizione interna per il rimbalzo.

n7n8

 

 

 

 

Cambio

Se i vostri atleti hanno la stessa abilità difensiva, possiamo eseguire un cambio, ovvero possono scambiarsi gli avversari da marcare.

Se invece , sono diversi per statura o abilità, il cambio dovrebbe essere l’ultima opzione da considerare, dato che permetterebbe agli avversari di sfruttare queste differenze.

Quando lo scontro avviene in posizione di Post tra un difensore basso e l’attaccante alto il difensore alto che si trova più vicino può eseguire un raddoppio.

n9

n10

 

 

Blocco sulla Palla (Pick and roll) Centrale

 

Aiuto e recupero o cambio tra i lunghi

n11n12

 

 

 

 

 

Difesa sul Doppio  Blocco sulla Palla (Pick and Roll) alto

n13

La Difesa sul Doppio Blocco sulla Palla ha molteplici sviluppi che vanno adattati alle caratteristiche offensive della squadra che lo giocherà in attacco.

Il primo step è quello di riuscire ad evitare che il Pallegiatore possa prendere  vantaggi dall risoluzione del primo blocco sulla palla sia se si dirige dal lato di 4 che dal lato di 5.

Nella costruzione di un Roster difficilmente avremo i due atleti 4 e 5 simili, probabilmente le caratteristiche offensive dei due saranno differenti.

Prima scelta è sempre quella di indirizzare o forzare il Blocco sulla Palla dal lato di x5 in maniera tale da stoppare la corsa di 1 e sensibilizzare la copertura del lato debole da x3 che impegnerà la corsia centrale in maniera tale da evitare il rollaggio di 5 verso il canestro e permettere il recupero di x5 sullo stesso.

n14

 

Se il palleggiatore forza il lato offensivo dove è posizionato 4 indicheremo  una soluzione di cambio difensivo evitando cosi, ai due attaccanti, di poter conquistare  un vantaggio.

n15

n16

 

 

 

 

 

Commenti chiusi.

Giovanni Putignano - Allenatore di Basket e Life Coach Professionista - Copyright 2013