La Pallacanestro è uno Sport di Squadra

maggio 21 2021, 0 Commenti

Tempo di Playoff e Playout nella Pallacanestro…

La stagione sportiva , caratterizzata dalla pandemia, volge al termine ed in questi giorni cominceremo a conoscere i primi verdetti delle squadre Italiane di Pallacanestro.

la Lega Uno decreterà la vincente dello Scudetto, la massima aspirazione per ogni addetto ai lavori, le serie Minori decreteranno le Vincenti per l’accesso nelle serie superiori, chi vince e chi perde meritatamente o immeritatamente ma alla fine la Pallacanestro è uno Sport di Squadra.

Credo che bisogna partire obbligatoriamente da questa semplice ma importante declinazione , la Pallacanestro è sopratutto uno sport di squadra dove è possibile monitorare le dinamiche della squadra, siano essi dilettanti o professionisti, al fine di identificare i punti di miglioramento e renderli vincenti.

Voglio innanzitutto soffermarmi sulla definizione di squadra: essa è da intendere come un organismo vivente in cui il singolo si mette completamente a disposizione e al servizio degli obiettivi condivisi. Le individualità devono essere permesse e riconosciute con un percorso accordo all’interno del team di appartenenza.

L’atteggiamento o lo stato mentale di una squadra di Pallacanestro è quello che fa la differenza in questo periodo, questa capacità va allenata e integrata con la preparazione fisica e tecnica che a sua volta va gestita dal Coach, che in quanto Leader , è fondamentale e diviene efficace tanto più è maggiore il suo allineamento con i principi costruttivi nel rispetto delle leggi della massima prestazione.

La lingua comune parlata dalla squadra la costruirà il Coach che permetterà a questa di essere mantenuta e perfezionata nel tempo sopratutto in questo periodo finale di stagione e attraverso una rappresentazione mentale molto potente  da dominare su quelle individuali.

Attraverso la rappresentazione mentale,che nel frattempo si è completata,  potremo parlare di Squadra, cioè di un organismo che si nutre di sincronia e in cui le individualità vengono messe completamente al servizio del gruppo e dell’obiettivo condiviso.

Proprio in questo periodo Speciale dell’anno il Coach costruttivista è colui che consente scelte individuali, stimola i meccanismi di feedback, si prodiga a rafforzare l’interazione e la cooperazione e incoraggia tutto quello che può che influisce sul lavoro altrui.

All’interno della Squadra il Coach favorisce il pensare alle alternative, appoggia chi affronta rischi e obiettivi sfidanti, predispone gli elementi della squadra ad affrontare problemi nuovi, sopratutto nelle partite “secche”, con piena fiducia e ottimizzando i punti di forza.

Il Coach ha il compito di allenare la ricerca delle soluzioni attraverso il metodo che si basa sulla centralità del GRUPPO.

L’emergere della mentalità vincente in una Squadra viene definita da due importanti fattori:

il primo è la caratteristica di essere penetrante con continue domande che tengono in vita il fuoco sacro di trovare delle soluzioni per migliorare continuamente

il secondo lavorando duramente ogni giorno affinche ad ogni fine giornata venga riscontrato un continuo miglioramento  nelle attività svolte.

Le squadre vincenti hanno sempre un elevato indice di competitività quando rispettano le regole condivise alimentando così l’egoismo di gruppo e la Sincronia.

La squadra per antonomasia è quella che trae nutrimento e forza dallo stare insieme di tutti i componenti e non solo nel momento sportivo.

 

Commenti chiusi.

Giovanni Putignano - Allenatore di Basket e Life Coach Professionista - Copyright 2013